Sorbo….

Il Sorbo è il luogo dove sono cresciuto insieme ai miei cugini, la campagna di famiglia dove si facevano pic-nic ed insieme ai nonni assistevamo alla mietitura del grano e del fieno e, spesso rincorrevamo le galline, mio fratello addirittura fu sorpreso mentre giocava al rodeo con un vitello! Una famiglia numerosa otto figli, l’emigrazione di mio nonno i sacrifici di mia nonna e di tutta la famiglia, il contatto con la terra ma soprattutto il rispetto della natura, questo è il tesoro che ci hanno lasciato. Mio padre e mia madre hanno dedicato la vita alla famiglia ed al lavoro, per farci studiare e darci una vita migliore. Una laurea l’ho conseguita a Napoli la seconda nell’officina di mio padre e la terza al Sorbo. Di viaggi ne ho fatti e ne farò, questo non è il posto più bello del mondo, anzi è pieno di difficoltà e di rinunce ma è il posto dove ho le mie radici dove ad agosto viene mia sorella, i mie nipoti e miei cugini e i miei zii. Siamo più di cinquanta….

Qui è il luogo dove ci si sente liberi dove c’è profumo delicato di natura e di storia, delle cose semplici e del rispetto della natura. L’idea di aprire un bed and breakfast è proprio quello di condividere questa filosofia e di far rivivere questo luogo magico.